Turismo 2.0: tra Web Marketing e passaparola

Scritto il | 14 aprile, 2009 | No Comments

Cosa è il Web 2.0, più o meno, ormai lo sanno tutti: un ambiente in cui si sviluppano siti e applicazioni web che permettono agli utenti di pubblicare i propri contenuti, rendendo gli altri partecipi dei propri pensieri e stimolando una nuova progettazione dei siti più focalizzata sui bisogni dei visitatori.

Ma il Turismo 2.0? Da un pò se ne sente parlare, ma concretamente che cosa è? Sinceramente non è niente di particolarmente complicato nè innovativo, bensì il naturale sviluppo del Web relativamente al settore del turismo. Certamente è un fenomeno molto importante e gli addetti ai lavori lo conosco benissimo, non tanto perchè “qualcuno” glielo ha spiegato, tuttavia perchè lo vivono ogni giorno sulla propria pelle. Se agli albori di internet, il turismo sul Web si faceva esclusivamente battagliando sul prezzo, ora le cose si sono evolute: non si cercano più gli hotel in base al prezzo ma sempre più sulla base di recensione e feedback degli ospiti. Insomma, come tanti altri fenomeni si tratta del vecchissimo passa-parola applicato al Web.

Non è nostra intenzione ridicolizzarlo, ma analizzarlo per quello che è: la naturale evoluzione di un fenomeno conosciuto, studiato e vissuto da tutti i professionisti del turismo. Certe volte le parole difficili o criptiche nascondono concetti semplici.

Poichè al giorno d’oggi il viaggiatore è sempre più esigente ed informato, le applicazioni Web hanno dovuto a loro volta evolversi per assecondare tali bisogni: da un lato gli utenti hanno la possibilità di condividere esperienze e giudizi, dall’altra i siti turistici devono a loro volta adeguarsi per non farsi trovare impreparati a questi nuovi comportamenti.

Chiunque gestisce un Hotel sa benissimo che alcuni anni fa bastava avere un sito vetrina, qualche foto, i prezzi e un contatto (di solito telefonico). Oggi il fattore fondamentale nel processi di ricerca di viaggio e prenotazione online sono i social network turistici (vi dice niente TripAdvisor?). Bisogna pertanto fare i conti – come del resto accade da millenni – con il passaparola, questa volta Online, diventato ormai lo strumento principe dei viaggiatori perchè ritenuto più affidabile rispetto alle informazioni del sito ufficiale dell’Albergo e Bed & Breakfast che sia o delle guide di viaggio “professionali”.

Turismo 2.0 è quindi l’unione di efficaci politiche di Web Marketing ed una sapiente gestione del vecchio fenomeno conosciuto come passaparola. La conoscenza del passato è la chiave per leggere il futuro.

Commenti

Lascia un Tuo Commento





Noleggio stampanti, Noleggio fotocopiatrici, Stampanti Napoli, Fotocopiatrici Napoli Operazione nostalgia Corsi di formazione haccp Brindisi,corsi di formazione sab brindisi, corsi rls brindisi